Dal XNUMX ° luglio del prossimo anno, il MOT per i furgoni diesel e le autovetture diesel sarà adeguato. L'APK viene ampliato con un controllo per la presenza di un filtro antiparticolato correttamente funzionante. Lo ha recentemente annunciato il segretario di Stato Stientje van Veldhoven per le infrastrutture e la gestione delle acque. Le stazioni di ispezione devono quindi essere dotate di un contatore di particolato (contatore di particelle), con il quale possono verificare se l'emissione di particolato soddisfa ancora i requisiti di legge.

Passo importante verso una sana mobilità

Associazione RAI il presidente Steven van Eijck: “I produttori di automobili e veicoli commerciali stanno facendo tutto il possibile per garantire che i nuovi veicoli diventino più puliti, più efficienti e più sicuri. È quindi evidente che nel momento in cui il veicolo lascia lo showroom, il nuovo proprietario ha l'obbligo di garantire che il veicolo continui sempre a soddisfare i requisiti ambientali nella pratica. Grazie all'introduzione del contatore del particolato, circa 825.000 autovetture e 622.000 veicoli commerciali saranno sottoposti a una misurazione del particolato allo scarico nel prossimo MOT. “Misurare è sapere”, afferma Van Eijck, “e in questo modo ci assicuriamo che, oltre alle nuove auto, il parco macchine rimanga il più pulito possibile. Questo è un passo importante verso un sistema di mobilità sano ". 

Secondo l'Associazione RAI, le ispezioni devono in futuro impedire la rimozione dei filtri antiparticolato da tutti gli autobus diesel per le consegne Euro V ed Euro VI e dalle autovetture diesel. I filtri antiparticolato malfunzionanti devono essere riparati o sostituiti. I furgoni per le consegne diesel hanno un filtro antiparticolato diesel montato dal produttore dal 2012, le autovetture diesel lo hanno dal 2011. La disattivazione di un filtro antiparticolato o la rimozione di un filtro antiparticolato è punibile dal 2017.

Leggi anche: Maggior numero di motociclette vendute nel 2020

Stampa Friendly, PDF e Email