Ora che è emersa una nuova variante ancora più contagiosa del corona virus, il mondo intero è di nuovo in subbuglio. Il coprifuoco e i blocchi governano molte vite in questo momento. Non vacciniamo da molto tempo e siamo lontani da lì. Ci sono già voci e discussioni sul fatto che i passaporti per le vaccinazioni potrebbero arrivare in futuro. Potrebbe essere solo che se vuoi uscire a cena, in vacanza o a un festival in futuro, devi mostrare la prova della vaccinazione. Questa è fantascienza o musica futura? Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis è favorevole all'introduzione di un tale certificato di vaccinazione europeo.

L'iniziativa del primo ministro Mitsotakis deve essere approvata con urgenza dalla Commissione e da tutti gli Stati membri. La vaccinazione è una chiave fondamentale per riaprire in sicurezza le frontiere e stimolare la ripresa economica. Un certificato di vaccinazione paneuropeo riconosciuto reciprocamente sarebbe un passo importante per dare ai governi la fiducia necessaria per aprire i propri confini in sicurezza e dare ai passeggeri la sicurezza di volare senza la barriera della quarantena ", ha affermato Juniac.

Organizzazione dell'aviazione IATA (International Air Transport Association) è anche a favore di un certificato di vaccinazione europeo COVID-19 digitale comune. Con un tale certificato di vaccinazione, chiunque abbia avuto una vaccinazione corona dovrebbe essere in grado di viaggiare liberamente all'interno dell'Unione europea senza prima effettuare test preliminari. Il direttore della IATA Alexandre de Juniac ha scritto in una lettera aperta a Ursula von der Leyen, per coordinare una politica che garantisca una rinnovata libertà di movimento. A cominciare da quelli che sono stati vaccinati. La grande domanda è se questo potrà mai essere realizzato e se sì, come? Oggi i capi di Stato dell'UE si incontrano per discutere di questo argomento.

“Siamo nei giorni molto bui di questa pandemia. Ma le dure misure adottate insieme all'accelerazione dei programmi di vaccinazione dovrebbero farci sperare di poter ripristinare in sicurezza la libertà di movimento. Ciò salverà posti di lavoro, allevierà l'ansia mentale, ricollegherà le famiglie e rivitalizzerà l'economia. La pianificazione è essenziale per farlo in modo sicuro ed efficiente. La proposta del primo ministro Mitsotakis per i certificati vaccinali sarà un fattore importante. I protocolli di test possono fare progressi nell'eliminazione o nella riduzione delle quarantene. Ma ciò di cui abbiamo bisogno ora è che i governi collaborino in modo molto più efficace. L'azione unilaterale del governo potrebbe smantellare rapidamente la connettività globale. La ricostruzione richiede coordinamento ", ha affermato Juniac.

Leggi anche: Obbligo di vaccinazione per il settore dell'aviazione in questione

Stampa Friendly, PDF e Email