Immagine Pitane

Si tratta di affrontare l’inefficienza dei grandi autobus che spesso viaggiano vuoti e la limitata disponibilità di trasporti la sera e nei fine settimana.

La Zelanda, con la sua area vasta e scarsamente popolata, affronta da tempo sfide legate all’accessibilità dei suoi villaggi e centri. Il tradizionale sistema di trasporto pubblico, che si basava fortemente su percorsi fissi di autobus, battelli e treni, non soddisfaceva più le mutevoli esigenze della popolazione. In risposta, viene introdotto un nuovo sistema di trasporto innovativo, che comprende non solo percorsi fissi, ma anche una serie di opzioni flessibili come taxi flessibili, bike sharing, car sharing e iniziative di car pooling.

Questo sviluppo non è solo una risposta alle esigenze dirette di trasporto, ma anche una mossa strategica per migliorare la qualità della vita e l’accessibilità della Zelanda. La collaborazione tra i comuni della Zelanda, la provincia della Zelanda e il governo sottolinea lo sforzo congiunto per garantire una transizione graduale a questo nuovo sistema. Ciò che è importante qui è il coinvolgimento dei viaggiatori in questi cambiamenti, qualcosa che è essenziale per il successo di questo progetto.

L'annuncio durante la conferenza “Accessibilità per tutti” ad Amersfoort è una chiara indicazione dell'impegno del governo nel migliorare l'accessibilità nelle aree meno densamente popolate come la Zelanda.

Ministro Harbers: “Il nostro modo di viaggiare sta cambiando. Oltre all’auto, alla bicicletta e al treno, esistono sempre più trasporti condivisi, ci sono punti di imbarco e trasferimento e app per organizzare al meglio i nostri trasporti. È bello vedere come la Zelanda lavora in modo orientato alla soluzione in una provincia dove una buona accessibilità tramite i trasporti pubblici rappresenta una sfida. Un’app per aiutare i viaggiatori in Zelanda a muoversi meglio è un’ottima iniziativa a questo scopo.”

Oltre ai contributi finanziari della Zelanda, il ministero investe sei milioni di euro. Il budget disponibile verrà investito, tra le altre cose, nell'ulteriore sviluppo di una piattaforma digitale che renda possibile pianificare, prenotare, viaggiare e pagare tramite app di viaggio. Il fatto che anche i trasporti dell'OMM facciano parte di questo nuovo piano è un aspetto importante e unico.

(Il testo continua sotto la foto)
Il ministro Harbers, il segretario di Stato Heijnen e il vice Van der Maas alla conferenza sull'accessibilità per tutti

Il ministro Mark Harbers e il segretario di Stato Vivianne Heijnen del ministero delle Infrastrutture e della gestione idrica e il vice Harry van der Maas della provincia della Zelanda annunciano il 13 novembre 2023 che il ministero metterà a disposizione un importo di sei milioni di euro per rendere possibile il trasporto pubblico In Olanda. .

Durante il BO MIRT è stato annunciato che il governo sta investendo 6 milioni nel sistema di trasporto pubblico della Zelanda. Nei prossimi anni la Zelanda diventerà più accessibile, anche la sera e nei fine settimana. Oltre ai percorsi fissi di autobus, battello e treno, il sistema di trasporto pubblico si concentra sui cosiddetti trasporti a grana fine e flessibili. La Zelanda riceve denaro dal governo per attuare ulteriormente i piani congiuntamente. Il sistema innovativo è un esempio per altre regioni.

Leggi anche  Munckhof vince un importante appalto nel Brabante Centrale
Curacao

L’annuncio da parte della Provincia della Zelanda, in collaborazione con il governo, di investire sei milioni di euro in un sistema di trasporto innovativo, comprendente una piattaforma digitale per la pianificazione, la prenotazione e il pagamento dei viaggi, solleva alcune questioni cruciali. Anche se a prima vista l’iniziativa sembra essere un passo promettente verso la modernizzazione del trasporto pubblico in Zelanda, ci sono preoccupazioni di fondo che non dovrebbero essere trascurate.

aspetti critici

Uno degli aspetti critici di questo nuovo sistema è la dipendenza dagli autisti e dalle aziende di trasporto pubblico che si iscrivono alla gara. La realtà in molte aree rurali e scarsamente popolate, come la Zelanda, è che spesso c’è carenza di autisti. Ciò può essere dovuto a vari fattori, come condizioni di lavoro poco attraenti o semplicemente alla mancanza di persone interessate a queste professioni. Senza un numero sufficiente di conducenti per operare i percorsi e i servizi pianificati, l’efficacia del nuovo sistema potrebbe essere seriamente compromessa, non importa quanto avanzata o facile da usare sia l’app.

Inoltre, la disponibilità delle aziende di trasporto pubblico a registrarsi per gare d'appalto in Zelanda altro punto critico. Se queste aziende non sono convinte della fattibilità o della redditività delle rotte e dei servizi offerti, possono scegliere di non partecipare. Ciò potrebbe portare alla mancanza di servizi essenziali in alcune aree, soprattutto nelle parti più remote e meno popolate della provincia. L’efficacia di una piattaforma digitale dipende fortemente dalla disponibilità e dalla regolarità del trasporto pubblico che deve supportare.

Leggi anche  Munckhof vince un importante appalto nel Brabante Centrale

C’è anche la questione dell’accessibilità dell’app stessa. Nelle regioni in cui l’alfabetizzazione digitale può essere inferiore, soprattutto tra i residenti più anziani, la transizione verso un sistema basato su app può rappresentare un ostacolo. Anche se l’iniziativa manterrà l’opzione di prenotazione telefonica, l’attenzione dovrebbe essere posta nel garantire che questo servizio sia efficace e accessibile quanto l’opzione digitale.

(Il testo continua sotto la foto)
Vivianne Heijnen Segretario di Stato per le infrastrutture e la gestione delle risorse idriche - foto: Pitane Blue

pilota per i Paesi Bassi

Il segretario di Stato Heijnen sottolinea l'impressionante creatività e impegno che la Zelanda ha dimostrato nello sviluppo di questo sistema di trasporto a prova di futuro, un sistema che potrebbe eventualmente essere implementato anche in altre parti dei Paesi Bassi. Il segretario di Stato Heijnen: “Sono molto colpito dai piani innovativi della provincia della Zelanda. L'accessibilità della Zelanda è un enigma difficile. Con un’enorme dose di creatività, abbiamo lavorato duramente di recente per creare un nuovo sistema di trasporti a prova di futuro. Spero che le esperienze maturate qui possano fornire soluzioni intelligenti anche in tutti i Paesi Bassi”.

“Ci sono grandi cambiamenti in arrivo per i viaggiatori in Zelanda. Con l’aiuto del governo garantiamo una buona transizione verso nuove forme di trasporto. Sono felice che il governo sostenga i piani in Zelanda. Lavoreremo insieme per rendere la Zelanda più accessibile a tutti e spero che saremo un esempio per altre regioni!”

Membro della Giunta Provinciale SGP Van der Maas sottolinea l'importanza del sostegno del governo in questa importante transizione verso nuove forme di trasporto ed esprime la speranza che la Zelanda possa fungere da esempio per altre regioni. Questa iniziativa illustra un approccio proattivo per affrontare le sfide regionali e può ispirare sforzi simili in altre parti del paese.

Diritti fotografici: Provincia della Zelanda – Harry van der Maas

Articoli Correlati:
regie
Stampa Friendly, PDF e Email